SpoTTe un marchio di Luca Sacchettino

blogBrand-news.itLVMH e Chaumet firmano le medaglie delle Olimpiadi di Parigi 2024
, LVMH e Chaumet firmano le medaglie delle Olimpiadi di Parigi 2024

LVMH e Chaumet firmano le medaglie delle Olimpiadi di Parigi 2024


, LVMH e Chaumet firmano le medaglie delle Olimpiadi di Parigi 2024
© Thomas Deschamps

Sono firmate dal gioielliere parigino Chaumet le medaglie delle Olimpiadi e Paralimpiadi di Parigi 2024, parte dell’accordo da 150 milioni di euro siglato da LVMH con il Comitato Olimpico.

La Maison Chaumet, il cui atelier ha sede Place Vendôme dal 1812, è il primo brand di gioielleria ad aver creato nella storia le medaglie dei giochi.

Progettate dallo studio di design interno, le medaglie evocano alcuni codici creativi tipici del brand e i simboli della Francia e di Parigi. Un lato della medaglia è dedicato proprio alla città ospitante: al centro un esaedro, emblema visivo che simboleggia la Francia e figura cara a Chaumet, ripreso dal vocabolario stilistico della Maison, viene amplificato da una serie di raggi che evocano la luminosità della nazione e degli atleti, nonché e il soprannome di Parigi, la “Ville Lumière”. La luminosità è accentuata dalle sfaccettature sulle medaglie, raggi incisi nel metallo che infondono dinamismo e illuminano gli atleti che le indosseranno.

Realizzate in oro, argento o bronzo, le medaglie includono al centro anche un piccolo pezzo di ferro della Tour Eiffel, conservato durante il restauro del monumento. Questo insolito cuore è stato inserito all’interno della medaglia con una tecnica nota come “griffe setting” che la Maison impiega per le pietre preziose nei suoi pezzi di alta gioielleria. Il motivo ‘Clous de Paris’ ricorda quello usato sia in gioielleria e il pattern dei rivetti sulla Torre Eiffel.

L’altro lato, identico per tutti i Giochi, illustra la rinascita dei moderni Giochi Olimpici in Grecia, con la dea Nike rappresentata sullo sfondo dell’Acropoli e dello Stadio Panathinaiko, dove si tennero i primi Giochi Olimpici Moderni nel 1896. Sulle medaglie paralimpiche è stata inclusa una vista dalla base della Torre Eiffel guardando verso l’alto, simbolo di accessibilità, e l’iscrizione ‘Paris 2024’ è stata incisa in braille, riferimento all’inventore francese della lingua, Louis Braille.

“Gli artigiani di Chaumet si sono immersi nei loro archivi e hanno esplorato potenti simboli olimpici per immaginare una medaglia ispirata alle creazioni di alta gioielleria. Sfruttando i suoi secoli di storia, Chaumet sta scrivendo una nuova pagina che rimarrà incisa nel patrimonio della Maison per l’eternità” commenta Antoine Arnault, LVMH Image & Environment.

“Grazie a Chaumet, la medaglia per i Giochi Paris 2024 diventa un vero e proprio oggetto d’arte” aggiunge Tony Estanguet, Presidente di Paris 2024.



Source link

logo 2024 250

SpoTTe®
di Luca Sacchettino

2009-2023 © Tutti i diritti riservati
Web & Desig by SpoTTe
SpoTTe® è un marchio registrato