SpoTTe un marchio di Luca Sacchettino

blogNja10 brand che si affidano ai camerini intelligenti
, 10 brand che si affidano ai camerini intelligenti

10 brand che si affidano ai camerini intelligenti


Spazi innovativi che migliorano la customer experience e offrono maggiori informazioni sulla clientela al brand

Qual è il posto più intimo dove si raggiunge il consumatore? Sicuramente il camerino, il luogo dove si può capire con precisione cosa predilige e cosa scarta. Proprio per questo motivo molti brand si stanno concentrando sul “dietro le quinte”, con l’aiuto della tecnologia intelligente, che migliora la connessione con i consumatori.

, 10 brand che si affidano ai camerini intelligenti, 10 brand che si affidano ai camerini intelligenti

Phigital: offline e online

Combinare l’esperienza offline e online del cliente è la nuova ambizione del marketing, della quale è figlio il camerino intelligente. Grazie alle nuove tecnologie, è possibile creare uno “spazio” nuovo, dove i 5 sensi si combinano con la realtà virtuale.

Il termine, coniato nel 2007 dall’agenzia australiana Momentum Worldwide, si basa sul principio delle tre “I”:

  • Immediatezza, “avere tutto subito”, cioè a portata di click;
  • Immersione, immergersi completamente nell’attività scelta;
  • Interazione, opportunità di interazioni, ad esempio con il personale di vendita, cosa assente negli acquisti online.

L’esperienza del camerino intelligente

Il camerino, spesso trascurato, diventa protagonista, trasformando il customer journey del consumatore in una vera esperienza. Il fitting room è uno spazio nel quale il cliente può sentirsi indeciso, a volte trascurato, ma è senza dubbio il posto nel quale, meglio di altri, si possono comprendere le scelte della clientela.

Non più quindi considerato come uno spazio anonimo, ma come un originale touch point tra azienda e consumatore: con le appropriate tecnologie si può migliorare l’esperienza del cliente e aumentare la fiducia nell’azienda, che conseguentemente può tradursi in un aumento delle vendite.

, 10 brand che si affidano ai camerini intelligenti, 10 brand che si affidano ai camerini intelligenti

LEGGI ANCHE: Customer experience: come creare un’esperienza unica per i tuoi clienti

Come rendere un camerino intelligente

Gli smart fitting room sono, generalmente, dotati della tecnologia RFID (radio frequency identification), definita anche come tecnologia della tracciabilità. Il sistema permette, tramite propagazione di onde elettro-magnetiche, di rilevare a distanza i movimenti di oggetti, animali ed essere umani.

Solitamente la tecnologia RFID viene applicata agli specchi presenti in camerino, che diventano superfici riflettenti altamente sofisticati, che permettono di riconoscere i capi indossati dai clienti. Dotati, inoltre, del touch screen, permettono al consumatore, durante la prova abiti, di scegliere capi e taglie alternative, di mostrare probabili look consigliati, e di avvertire il personale di vendita in caso di necessità.

Non solo tramite gli “specchi magici” è possibile però migliorare la comunicazione con il brand. Nei camerini intelligenti, troviamo anche la presenza di tablet, che consentono di lasciare commenti, o in alcuni casi, postare l’esperienza sui propri social network.

I vantaggi del camerino intelligente per consumatori e brand

Il nuovo spazio interattivo dei negozi, si dimostra particolarmente vantaggioso sia per i clienti che per le aziende.

Il consumatore ha la possibilità di godere di maggior comfort, selezionare con estrema facilità articoli e taglie, oltre che avere l’opportunità di visualizzare il proprio avatar e avere un’anteprima della vestibilità dell’outfit. Tutto questo gli permette di essere più sicuro circa la scelta finale e di risparmiare tempo, risorsa sempre più preziosa per il consumatore contemporaneo.

Dal canto suo, il brand ha la possibilità, tramite le tecnologie RFID, di disporre di dati in tempo reale circa la scelta dei capi selezionati dai consumatori, potendo in tal modo gestire al meglio il magazzino, ed evitare l’esaurimento dei prodotti. Inoltre, diminuiscono i resi dei clienti, che effettuano un acquisto più consapevole, consentendo all’azienda di avere un maggiore tasso di conversione in acquisti dei capi provati. Le tecnologie dei camerini intelligenti consentono di difendersi dal rischio di eventuali furti, oltre che di riconoscere eventuali problemi legati alla merce.

Da non dimenticare, poi, che il camerino diventa un luogo promozionale, da sfruttare per comunicazioni di marketing, in un momento in cui il consumatore è psicologicamente incline all’acquisto, e quindi facilmente influenzabile.

LEGGI ANCHE: Customer experience designer: strumenti concreti e metodi pratici per mappare le esperienze

10 brand che hanno innovato i propri fitting room

Ralph Lauren

Il luxury brand è stato uno dei primi a sperimentare l’innovazione dello smart fitting room, già dal 2016, nello store sulla Fifth Avenue a Manhattan. I camerini, firmati dallo studio Oak Labs, sono dotati di specchi interattivi, che permettono di visualizzare la collezione in 4D grazie alla tecnologia olografica, di intervenire personalmente sull’illuminazione e di chiamare i commessi per chiedere un aiuto.

, 10 brand che si affidano ai camerini intelligenti, 10 brand che si affidano ai camerini intelligenti

Roberta Minkoff

È un’experience alternativa quella offerta dal brand di moda americano, nel flagship di New York. Muri trasparenti e interattivi permettono di prenotare il camerino. Nell’attesa di ricevere una notifica sul proprio smartphone per accedervi, si può ordinare un drink da sorseggiare in negozio.

Bershka

Il brand di moda per giovanissimi, offre un’experience totalizzante da vivere con gli amici. Nel punto vendita di Milano, in Via Vittorio Emanuele, è possibile prenotare una sessione di prove in camerino con 3 amici. Nell’ampio fitting room, tra luci e musica, l’acquisto diventa un momento di divertimento. Le pareti rosa del camerino (progettato da studio OMA) nascondono un sistema che suggerisce i look da provare, e una serie di QR code per provare i molteplici filtri per scattare selfie originali. Laddove la parola d’ordine diventa “postare”.

, 10 brand che si affidano ai camerini intelligenti, 10 brand che si affidano ai camerini intelligenti

Nike

In collaborazione con la casa pubblicitaria Unit 9, l’azienda ha realizzato dei camerini immersivi a Parigi, Londra e New York. Le sale prova sono forniti di specchi futuristici che trasmettono feedback su come il capo d’abbigliamento si adatta al corpo, e consigli sulle taglie, per non sbagliare. Obiettivo dell’azienda è infatti quelli di diminuire i resi, che comportano comunque un costo per l’impresa. Inoltre, non è necessario il pagamento in cassa, l’acquisto può essere saldato tramite app.

Karl Lagerfeld

Il brand è un veterano nell’ambito dei magic fitting room, sia in Europa che in Asia. Le pareti dei camerini intelligenti sono ricoperte di specchi con superfici touch, inoltre, la presenza degli Ipad, è utile per visualizzare le novità dell’azienda e fotografare i propri look da inviare allo stilista.

OVS

Nello store di Corso Buenos Aires a Milano, troviamo camerini virtuali e commessi dotati di iPad a cui si può chiedere aiuto inquadrando con l’app il QR code presente sui cartellini dei capi. Ulteriore chicca: la possibilità di condividere i propri look grazie alla piattaforma Google Cloud.

, 10 brand che si affidano ai camerini intelligenti, 10 brand che si affidano ai camerini intelligenti

Nordstrom

Gli smart fitting room di Nordstrom sono realizzati in collaborazione con eBay e sono dotati di specchi interattivi che forniscono informazioni sui capi selezionati ed eventuali possibili combinazioni di look, oltre che la potenziale disponibilità nel punto vendita. Nel caso in cui l’articolo prescelto sia esaurito, è possibile ordinarlo immediatamente dal camerino.

Amazon Go

Un’esperienza di acquisto phigytal non solo limitata al camerino di prova. Anche se non sono ancora presenti in Italia, Amazon sta puntando su store fisici, nei quali ci si identifica tramite app con bar code. Si acquistano i prodotti e si esce senza fermarsi alla cassa: la transazione verrà automaticamente conclusa al momento dell’uscita dallo store, tramite l’app.

, 10 brand che si affidano ai camerini intelligenti, 10 brand che si affidano ai camerini intelligenti

Zara

In vari punti vendita, il brand spagnolo sta sperimentando l’utilizzo di tablet che consentono di visualizzare la disponibilità in store degli articoli, per evitare le lunghe code che spesso si creano fuori dai camerini.

Savage x Fenty

I negozi del brand di moda della pop star Rihanna sono dotati di camerini intelligenti con tecnologie di scansione corporea che permettono di avere informazioni dettagliate sulle proprie misure e sulle taglie più adatte, da acquistare direttamente online senza l’aiuto del personale di vendita.

LEGGI ANCHE: Come design e moda stanno utilizzando l’Intelligenza Artificiale



by Ninja Marketing

logo 2024 250

SpoTTe®
di Luca Sacchettino

2009-2023 © Tutti i diritti riservati
Web & Desig by SpoTTe
SpoTTe® è un marchio registrato